PD-M5S: la ministra leghista non ci sta

PD-M5S: la ministra leghista non ci sta

La leghista Alessandra Locatelli, citata da autorevoli organi di informazione, il 26 agosto avanza un’anticipazione di quella che potrebbe essere la linea di condotta del suo partito quando, come dato per probabile, il nuovo governo giallo/rosso dovesse subentrare a quello dimissionario giallo/verde, appellandosi a gran voce – lei che è Ministro per le Politiche della famiglia – all’insurrezione.

Come scritto dalle agenzie di stampa AdnKronos e Dire, nelle stesse ore in cui PD e M5S conducevano le ultime trattative in previsione dell’incontro, l’indomani, con Mattarella, la signora Locatelli a Palermo dove era in visita, si augurava che “nell’eventualità che la Lega avada all’opposizione e si formi un nuovo governo PD-M5S il popolo insorga il prima possibile”.

“I decreti sicurezza – ha detto ancora Locatelli, in occasione di un incontro con alcune associazioni al Policlinico – non vanno toccati. Il paese è già stato tormentato a sufficienza. Sono tra i migliori provvedimenti fatti quest’anno, su questo si può solo andare avanti. Tornare indietro è una follia e ci batteremo fino alla fine”. “Noi – ha anticipato la ministra di un governo dimissionario – saremo tra i primi a scendere in piazza”. Locatelli, subentrata poco più di un mese prima a Lorenzo Fontana alla guida del ministero della Famiglia, era alla prima visita ufficiale in Sicilia.

Unisciti alla discussione

Please note

This is a widgetized sidebar area and you can place any widget here, as you would with the classic WordPress sidebar.