ilTravaso.it

Da (ri)scoprire: Jimmy LaFave

Nei suoi 62 anni di vita vagabonda,  quasi da hobo, il cantautore Jimmy LaFave, deceduto nel 2017, ha battuto molte strade polverose nel sud degli Stati Uniti, fra Tennessee, Oklahoma, Colorado e Texas rimanendo però sempre fedele allo spirito del suo massimo ispiratore, il Grande Mogul della musica folk americana Woody Guthrie.

Nell’ Oklahoma, a Stillwater, Jimmy frequenta un giro di musicisti che sperimentano nuove vie musicali e dalle cui ricerche scaturirà un nuovo genere, la “musica della polvere rossa” (“red dirt music”). Lasciata Stillwater, fa tappa in diverse altre città prima di sistemarsi ad Austin, nel Texas. Ed è a questa città che Jimmy dedica il suo primo album, Austin Skyline, pubblicato nel 1992, a 37 anni, con una piccola casa discografica del Colorado, la Bohemia Beat Records.

Col tempo il suo stile viene sempre più apprezzato tanto che nel 1996, invitato da una delle figlie di Guthrie, hya la possibilità di esibirsi durante una serata in onore di Woody Guthrie, che di Jimmy è “l’eroe” come lui stesso ha detto e ripetuto, nella mitica Rock And Roll Hall of Fame a Cleveland (Ohio).

Dal 1998 in poi Jimmy partecipa ai Woody Guthrie Folk Festival che si svolgono annualmente nella città natale di Woody, Okemah (Oklahoma) e dal 2007 fa parte della Woody Guthrie Coalition, l’ente che organizza i festival.

Con questo suo passato Jimmy è entrato di diritto nella folta schiera di artisti legati a Music Fog, l’impresa musicale che realizza e diffonde video musicali dedicati in larghissima parte alla musica folk e in particolare ad un sottogenere di quest’ultima detto “Americana”.

Jimmy LaFave & Friends "I Ain't Got No Home"

In attesa di commenti

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed